Set 1, 2023
270 Views
Commenti disabilitati su Gli esseri viventi
0 0

Gli esseri viventi

Written by

Ci sono alcune caratteristiche che accomunano tutti gli esseri viventi. Tutti nascono, crescono, si riproducono e muoiono. Il ciclo vitale è fondamentale ed è ciò che ci distingue dalle cose non viventi.

Esseri viventi e non viventi

Gli esseri viventi sono gli esseri umani, gli animali, le piante, i funghi. Tuttavia, a volte è difficile distinguere un vivente da un non vivente. Potremo, ad esempio, imbatterci in una pianta che assomiglia a un sasso.

Gli <yoastmark class=

Le proprietà uniche degli esseri viventi sono quattro:

  • Essi nascono, crescono, sono in grado di conservare la vita e, infine, muoiono.
  • Gli esseri viventi hanno la capacità di riprodursi.
  • Essi reagiscono agli stimoli.
  • E sono in grado di regolare e controllare le funzioni vitali.

In alcuni casi, come nel caso delle piante, è difficile percepire tutte queste proprietà, ma esse sono presenti in tutti i viventi.

Inoltre, un’altra caratteristica che contraddistingue gli esseri viventi è la presenza delle cellule. Tuttavia, questa caratteristica non può essere osservata a occhio nudo.

Se osserviamo un essere non viventi al microscopio essi non avranno le cellule. Un essere non vivente è un oggetto qualsiasi, da un sasso a una strada, a qualsiasi tipo di oggetto.

Il ciclo vitale

“Il ciclo vitale è l’insieme dei processi che vanno dalla nascita alla morte di un individuo e che attraverso la crescita e la riproduzione portano alla nascita di nuovi individui e alla trasmissione della vita”.

<yoastmark class=

È proprio il ciclo vitale che caratterizza gli esseri viventi e che racchiude tutte le proprietà di essi.

Per portare avanti il proprio ciclo vitale essi hanno bisogno di energia che introducono nel loro organismo dal mondo esterno, attraverso la respirazione e la nutrizione.

C’è, poi, la riproduzione, con la quale gli esseri viventi danno origine ad altri viventi. Esistono due tipi di riproduzione:

  • Sessuata.
  • Asessuata.

Le classi degli esseri viventi

La classificazione degli esseri viventi è complessa. Inizialmente vennero divisi da Aristotele che creo solamente due classi: il regno animale e il regno vegetale.

La classificazione che utilizziamo oggi fu creata da Carlo Linneo, che divise tutti gli organismi in base ad alcune caratteristiche comuni. Lo stesso metodo di Linneo venne, successivamente migliorato.

Oltre alle classi c’è il concetto di specie, che crea ulteriori divisioni e sottocategorie. Le varie classi si dividono in sottocategorie sempre più specifiche:

  • Regno.
  • Classe.
  • Ordine.
  • Genere.
  • Specie.

Essi sono divisi in cinque regni.

Esseri viventi: Monere

Il regno delle Monere è composto dagli organismi unicellulari più antichi. Essi sono senza nucleo e senza organuli citoplasmatici e si dividono in: procarioti, autotrofi e eterotrofi. Sono batteri e sono visibili solamente al microscopio. Essi si dividono in due classi: archeobatteri ed eubatteri.

Protisti

Il regno dei Protisti è composto da quello che è definito plancton ed essi comparvero circa un miliardo di anni fa. Essi sono organismi unicellulari eucarioti, autotrofi ed eterotrofi.

Possiamo dividerli in due classi:

  • Alghe unicellulari, divisibile a loro volta in: euglene, dinoflagellate, clorofite e diatomee.
  • Protozoi, divisibili a loro volta in: rizopodi, flagellati, ciliati e sporozoi.

Esseri viventi: Funghi

I funghi sono di tipo molto diverso, possono essere microscopici o enormi, buoni o nocivi. Essi sono unicellulari, pluricellulari, eucarioti.

Gli <yoastmark class=

Funghi

I funghi si differenziano dalle piante perché non svolgono la fotosintesi e la riproduzione è quasi sempre per spore. Essi, inoltre, si dividono in: parassiti, simbionti e saprofiti.

Piante

Il regno delle piante è tra i più importanti, insieme a quello degli animali. Le piante si dividono in due categorie, in base al tipo di struttura: tallofite e cormofite.

Le tallofite hanno una struttura semplice e senza organi differenziati. Le cormofite, invece, hanno una struttura più complessa con organi differenziati.

Esseri viventi: animali

Infine, il regno degli animali è quello più complesso ed è composto da tutti gli esseri viventi pluricellulari, compresi gli esseri umani.

Gli animali hanno una struttura corporea complessa, assumono cibo dall’esterno e lo digeriscono all’interno del proprio corpo.

Article Tags:
· · ·
Article Categories:
Scienza

Comments are closed.