Nov 22, 2023
294 Views
Commenti disabilitati su Friuli-Venezia Giulia
0 0

Friuli-Venezia Giulia

Written by

L’Italia è divisa in 20 regioni, ognuna delle quali con capoluogo, province e caratteristiche peculiari. Oggi vediamo il Friuli-Venezia Giulia, una delle cinque regioni a statuto speciale.

Friuli-Venezia Giulia: introduzione

Precedentemente la regione era divisa in due regioni distinte: il Friuli e la Venezia Giulia. Il nome Friuli è romano e viene dalla città Forum Iulii. Il nome Venezia Giulia, invece, è riconducibile alla famiglia Giulia e all’antica popolazione dei Veneti.

Il Friuli-Venezia Giulia è una delle cinque regioni a statuto speciale.

Confini

Il Friuli-Venezia Giulia è una regione dell’Italia nord orientale e confine con l’Austria e la Slovenia. Dalla parte italiana confina con il Veneto.

Friuli-Venezia Giulia

Friuli-Venezia Giulia

La regione è bagnata a sud dal Mare Adriatico.

Capoluogo e province

Trieste e il capoluogo della regione. La regione è divisa in 4 enti di decentramento regionale (ex province). Oltre a Trieste, le altre tre province sono: Udine, Pordenone e Gorizia.

Friuli-Venezia Giulia: territorio (7.924,36 km2)

Il territorio è molto variegato ed è così composto:

  • 42,6% montagna.
  • 38,1% pianura.
  • 19,3% collina.

Il territorio è diviso in modo abbastanza regolare: nella parte settentrionale della regione è montuoso, nella parte centrale collinare e nella parte meridionale pianeggiante.

Friuli-Venezia Giulia

Friuli-Venezia Giulia

Le cime più alte sono il Monte Coglians (2780 m), al confine con l’Austria, e lo Jof di Montasio (2752 m), al confine con Austria e Slovenia.

Troviamo anche alcuni passi e valichi importanti nella regione, come il Passo di Monte Croce Carnico e Sella di Camporosso, che collegano l’Italia con l’Austria.

I fiumi principali sono il Tagliamento, l’Isonzo, il Livenza, il Torre, lo Stella, il Natisone, il Timavo e il Piave.

I laghi più importanti sono il Lago di Cavazzo e il Lago del Predil.

Clima

Il clima varia a seconda della zona e dell’altitudine. Gli inverni sono piuttosto rigidi, mentre le estati sono fresche in montagna e calde in pianura. Le estati sono molto più piovose rispetto agli inverni.

Trieste è famosa per la Bora, un forte e gelido vento con forti raffiche che possono raggiungere i 150 km/h.

Friuli-Venezia Giulia: storia e popolazione

Anche questa regione di confine oltre all’italiano adotta le altre lingue. Al confine con la Slovenia si parla sloveno come seconda lingua e alcune comunità del Carnia, invece, parlano tedesco.

Friuli-Venezia Giulia

Friuli-Venezia Giulia

Gli abitanti del Friuli-Venezia Giulia si chiamano friulani.

Inizialmente il territorio oggi occupato dalla regione era abitato dalla popolazione degli Euganei e poi da quella dei Veneti. Successivamente il territorio fu conquistato dai Romani. Con la caduta dell’Impero Romano il territorio passò ai Longobardi e ai Bizantini, successivamente ai Franchi e poi alla Repubblica di Venezia.

Nel 1797 il territorio fu ceduto all’Austria. Nel 1866 venne annesso al Regno d’Italia, tranne la città di Trieste, la quale venne annessa successivamente insieme alla regione d’Istria e Dalmazia. Queste ultime vennero cedute alla Jugoslavia, ma Trieste tornò ad essere italiana solo nel 1954.

Friuli-Venezia Giulia: economia

L’agricoltura è avanzata e moderna. Si coltivano grano, granoturco, barbabietole da zucchero. Nel settore della frutticoltura si producono soprattutto mele, pere e pesche. La viticoltura è molto sviluppata. Si producono vino e grappe.

L’allevamento più sviluppato è quello suino. Famoso è il prosciutto San Daniele, che ha ottenuto la certificazione DOP.

L’industria è il settore più sviluppato. Le industrie principali sono quella agricola, elettrodomestici, componenti elettronici, mobili, arredamento, minuteria metallica, siderurgica e tessile.

Il porto di Trieste è il più importante d’Italia. Il turismo è molto sviluppato, soprattutto in estate, con le località balneari, ma anche in inverno, con le località sciistiche.

Bandiera e Stemma

La bandiera (che è anche lo stemma) del Friuli-Venezia Giulia ha raffigurata un’aquila d’oro con le ali spiegate su uno sfondo azzurro.

Article Tags:
· ·
Article Categories:
Geografia

Comments are closed.