Gen 4, 2023
15 Views
Commenti disabilitati su I Medici
0 0

I Medici

Written by

Oggi vediamo la storia di una famiglia che ha dato la possibilità a tutta la nostra penisola italiana di distinguersi nel mondo per importanza a livello artistico e culturale. I Medici di Firenze nascono a metà del 1400 e governano prima Firenze e poi l’intera Toscana, mettendo piede anche in Francia, per oltre 300 anni.

Le origini de’ I medici

La famiglia toscana di cui parliamo oggi ha vissuto per oltre 300 anni al governo di Firenze e di tutta la Toscana. All’interno dei membri di questa famiglia si annoverano tre papi (Leone X, Clemente VII e Leone XI) e ben due regine di Francia (Maria e Caterina de’ Medici).

I Medici sono stata la famiglia che per prima ha promosso e favorito arte e cultura tramite il mecenatismo. Non solo, sono stati maestri e promotori di umanistica e scientifica, rilasciando ai posteri le fondamenta di un patrimonio istituzionale e culturale senza precedenti.

i medici arte

Grazie alla famiglia de’ I Medici Firenze, la toscana e l’Italia tutta ebbero l’opportunità di emergere

Tutt’oggi è possibile vedere parte del loro operato solo visitando Firenze che, anche grazie all’oro, è stata per tantissimo tempo capitale d’Italia. Firenze è infatti ricca di opere, vile, musei, parchi e palazzi che portano il nome de’ Medici e la loro impronta la si può ritrovare un po’ in tutta la Toscana. Grazie alla dinastia di questa famiglia nei secoli anche l’Italia tutta ha avuto la possibilità di emergere e farsi riconoscere in Europa e all’estero.

Non erano Nobili ma abili strateghi

I Medici non erano nobili. Non erano nemmeno ufficiali d’alto rango della Cerca militare. Quello che si sa sulle origini della famiglia e che il più antico discendente proviene dal contado del Mugello.

Di storie e aneddoti su di loro ce ne sono veramente tantissimi. Molte di queste storie sono vere e proprie leggende. La prima è che i primi discendenti della famiglia divennero forti e famosi agli occhi di tutta la comunità Fiorentina perché fecero costruire a Firenze la torre del popolo di San Tommaso vicino al mercato vecchio.

Il primo personaggio riconosciuto nella storia della famiglia, non che capostipite della stessa e quindi riconosciuto nell’immagine di Gianbuono de’ Medici vissuto tra il XII e il XIII secolo.

I Medici e le loro 3 linee di discendenza

Siamo nella prima metà del XIII secolo. In questo contesto storico si iniziano a delineare le tre fondamentali linee di discendenza della famiglia de’ I Medici. A capo di queste tre line c’erano Bonagiunta, Chiarissimo e Averardo.

Uno dei cinque figli di Averardo, Giovanni, Venne avviato al mestiere di banchiere dallo zio Vieri. Successivamente nel 1397 fu proprio lui che decise di spostare a Firenze la sede della banca Mugellana. Quello fu l’inizio della fortuna della famiglia tanto che nacque il Banco dei Medici, ovvero una delle prime banche toscane della storia.

i medici firenze

I Medici stanno a Firenze, come l’Italia sta alla figura dello stivale

Questa banca si espanse poi anche in altre grandi città dello stivale, tra cui Venezia, Napoli, ma soprattutto Roma. L’avere agganci nell’allora capitale fece della famiglia una delle più stimate congreghe all’interno delle quali vi furono poi alcuni dei più grandi protagonisti della storia della chiesa cattolica.

I Medici e Cosimo il Vecchio

Quando parliamo della famiglia de’ I Medici non possiamo non citare due grandi figure storiche. La prima è quella di Cosimo il Vecchio che governò fino al 1464 rendendo Firenze una delle città considerate caput Mundi.

Cosimo era il primogenito di Giovanni di Bicci (ovvero colui che aveva spostato il banco Mugellano a Firenze spingendo la famiglia a farsi il grande nome che poi ebbe). Sposò poi la giovane contessina de’ Bardi acquisendo la famosa nobiltà che alla famiglia di banchieri mancava. Infatti la famiglia de’ Bardi era una delle più antiche e insigni famiglie di Firenze imparentate con i più grandi nobili d’Italia.

Alla morte del padre Giovanni, Cosimo prese in mano le redini della banca ma soprattutto si ritrovò nelle vesti di capo famiglia ed inizio ad investire il denaro de’ I Medici in arte e cultura. Fu il primo vero mecenate della storia che ottenne potere accrescendo i propri interessi grazie all’accrescimento culturale oltre che economico.

Lorenzo il Magnifico

A questo punto concludiamo la nostra breve storia dedicata alla grande famiglia dei Medici con la figura di Lorenzo il Magnifico. 

Lorenzo era uno dei nipoti di Cosimo il Vecchio. Un uomo scaltro, arguto, particolarmente sensibile. La sua storia ruota intorno alla famiglia Tornabuoni. Il padre Piero de’ Medici aveva infatti sposato Lucrezia Tornabuoni, la rampolla di una nota famiglia di Firenze da cui nascerà in futuro anche il famoso Michelangelo.

La madre diede a Lorenzo e al fratello Giuliano una profonda educazione umanistica, preparandoli alla carriera politica. Infatti, dopo aver svolto un lungo praticantato in gioventù presso le diverse corti italiane, Lorenzo si ritrovò a Roma e in accordo con Papa Paolo II fu il firmatario del contratto che assicurava la famiglia fiorentina una partecipazione negli interessi delle miniere di allume scoperta a Tolfa. Questo sarà un fatto storico che darà ai Medici la possibilità di emergere a livello internazionale.

Article Categories:
Storia

Comments are closed.