Lug 22, 2023
608 Views
Commenti disabilitati su Equinozi e solstizi
0 0

Equinozi e solstizi

Written by

Durante il corso di un anno, sulla Terra, si alternano quattro stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Il primo giorno di ogni nuova stagione prende il nome di equinozio o solstizio. Ci sono, quindi, due equinozi e due solstizi.

Equinozi e solstizi: le quattro stagioni

Un anno terrestre conta 365 giorni (366 se bisestile), durante i quali possiamo vedere l’alternarsi di quattro stagioni: primavera, estate, autunno, inverno, ognuna delle quali dura tre mesi.

Equinozi e solstizi

Le quattro stagioni

Per come le conosciamo noi la primavera è mite ed essa segna il periodo in cui la natura rifiorisce, le giornate si allungano, gli animali vanno in amore.

L’estate è la stagione più calda e afosa, le giornate sono lunghe, le precipitazioni sono poche.

In autunno vediamo le giornate accorciarsi, il clima rinfrescarsi, gli alberi spogliarsi. L’inverno, infine, è la stagione più fredda, le giornate sono più corte e, in alcune zone, nevica.

Le stagioni in base alla latitudine

Tuttavia, queste definizioni delle quattro stagioni fanno riferimento alle zone temperate, come l’Italia.

Sebbene le stagioni astronomiche rimangono invariate, il clima è molto diverso a seconda di dove ci troviamo sul pianeta. Ciò dipende dall’inclinazione dell’asse terrestre e dalla latitudine.

Le zone temperate vedono quasi sempre l’alternarsi delle quattro stagioni, anche se la loro durata e intensità dipende molto anche dai microclimi della zona.

Le regioni polari si distinguono in due stagioni: estate e inverno, o meglio sole di mezzanotte (quando il sole non tramonta mai) o notte polare (quando il sole non sorge mai).

Anche le zone tropicali sono caratterizzate da due sole stagioni: estate e inverno. In questo caso sono la stagione secca e la stagione delle piogge.

Equinozi e solstizi: le date

Detto ciò, ritorniamo sulle nostre quattro stagioni astronomiche. Gli equinozi e i solstizi segnano l’inizio di una nuova stagione e sono dei giorni molto importanti ai fini astronomici.

  • Equinozio di primavera (il 21 marzo).
  • Solstizio d’estate (il 21 giugno).
  • Equinozio di autunno (il 23 settembre).
  • Solstizio d’inverno (il 22 dicembre).

Gli equinozi prendono questo nome perché in questi due giorni dell’anno la durata del giorno e della notte si equivale. Ciò vuol dire che solamente il 21 marzo e il 23 settembre il dì sarà di 12 ore così come la notte sarà di altrettante 12 giorni.

Dal giorno dell’equinozio di primavera in poi le giornate inizieranno ad allungarsi, fino ad arrivare al solstizio d’estate (il 21 giugno), il giorno più lungo dell’anno. Da questo momento in poi le giornate ricominciano ad accorciarsi, fino al solstizio d’inverno (il 22 dicembre), il giorno più corto dell’anno. Da questo momento in poi le giornate iniziano ad allungarsi.

Equinozi e solstizi

Equinozi e solstizi

Inoltre, nelle giornate degli equinozi la Terra si trova nel punto più vicino al Sole. Mentre nei giorni dei solstizi la Terra si trova nel punto più lontano dal sole.

Stagioni astronomiche e stagioni meteorologiche

Quella appena spiegata è la distinzione delle stagioni astronomiche, i cui ritmi sono scanditi dagli equinozi e dai solstizi.

Questa è la distinzione utilizzata dagli astronomi e da quasi tutti gli esseri umani sul pianeta Terra, ma non dai meteorologi.

Dobbiamo, infatti, fare una distinzione tra stagioni astronomiche e stagioni meteorologiche. Le stagioni meteorologiche non utilizzano gli equinozi e i solstizi, ma iniziano ogni primo del mese del mese corrispondente alla stagione astronomiche.

Ciò vuol dire che:

  • Primavera: inizia il 1° marzo e termina il 31 maggio.
  • Estate: inizia il 1° giugno e termina il 31 agosto.
  • Autunno: inizia il 1° settembre e termina il 30 novembre.
  • Inverno: inizia il 1° dicembre e termina il 28 (o il 29) febbraio.

Emisfero australe ed emisfero boreale

Infine, le stagioni così come le abbiamo esposte fino ad ore sono quelle dal punto di vista dell’emisfero boreale.

Per l’emisfero australe la situazione è esattamente opposta.

  • Equinozio di primavera: inizia l’autunno.
  • Solstizio d’estate: inizia l’inverno.
  • Equinozio d’autunno: inizia la primavera.
  • Solstizio d’inverno: inizia l’estate.
Article Tags:
·
Article Categories:
Geografia

Comments are closed.